top of page

GESTIRE CONFLITTI E CRITICHE  

Durata 1 gg

 

Tutti coloro che operano in ogni area funzionale e che vogliono sviluppare la loro capacità di gestire situazioni conflittuali o momenti di tensione trasformandoli in punti di forza. 

 

PROGRAMMA 

Le direzioni della critica 

> Le 3 direzioni della critica: – autocritica
– rivolgere critiche
– ricevere critiche 

  • >  Relazioni fra le 3 direzioni della critica

  • >  Gli errori più frequenti e i circoli viziosi
    instaurati dalle critiche e le frasi killer

  • >  Relazioni fra autostima e capacità di gestire
    la critica: ricerche e parametri statistici di
    riferimento

  • >  Contribuzione, posizionamento e disturbo
    Il conflitto e il nostro cervello

  • >  Il conflitto come risorsa

  • >  Potere a somma costante e potere a somma
    variabile

  • >  Divergenza e cambiamento
    Meccanismi psicologici coinvolti nella critica

  • >  Meccanismi psicologici e istinto

  • >  I meccanismi psicologici alla base degli errori:
    dove siamo tutti uguali e dove ognuno è
    diverso

  • >  Il momento e il modo della critica: perché si
    rimanda, perché si generalizza, perché si fa
    finta di niente?

  • >  Relazione fra tempi e probabilità di raggiungere
    l’obiettivo

  • >  tecnologia e conflitti e assunzione di responsabilità
     

  • >  Spunti di riflessione dal mercato:
    insoddisfazione del cliente e reclamo. Parametri statistici per valutare le conseguenze dei diversi modi in cui è gestita l’insoddisfazione

  • >  Due vagoni viaggiano su binari paralleli ma a velocità diverse: come trattare i due diversi aspetti della critica

  • >  Elementi base di comunicazione
    Le tipologie di pensiero che favoriscono l’evoluzione
    > Pensare per blocchi e pensare per cappelli > Valori e organizzazione gerarchica dei valori > Valori e nodi concettuali

> Identificazione dei valori guida in gioco
> Ogni conflitto è uno scontro fra animali e uno 

scontro fra valori: come individuare e gestire 

gli elementi cruciali del conflitto
> Test: attribuzione di responsabilità e 

cambiamento. La nostra condotta istintiva in presenza di errore 

Linee guida operative 

> Gli obiettivi: – espliciti
– impliciti
– latenti 

> Ristrutturazioni e ampliamenti di campo > Priorità individuali, priorità condivise
> Formulazione di critiche costruttive: 

– la scelta dei tempi
– il canale dell’emotività
– “messaggio tu”, “messaggio io”
– chiarificazione dell’obiettivo
– esplicitazione delle conseguenze – le 5 fasi 

> Gestione assertiva della critica ricevuta: 

  • –  il meccanismo naturale

  • –  limiti e pericoli del circuito naturale

  • –  modifiche necessarie (e possibili) del circuito
    naturale

  • –  le 4 fasi
    Esercitazioni videoregistrate e commentate

 

 

 

 

 

TECNICHE DI DE ESCALATION

Durata 1 gg

 

Il corso partirа da una disamina del fenomeno delle aggressioni nel contesto lavorativo in Italia, per poi approfondire le possibilità di intervento e di prevenzione che и possibile implementare nelle organizzazioni. Verranno trattati anche temi di formazione specialistica quali le tecniche di de-escalation verbali per l’attenuazione del conflitto. Il corso  aperto a tutti i professionisti che nel contesto aziendale operano per favorire il benessere dei lavoratori e prevenire i rischi psicosociali.

 

Obiettivi

Il mondo del lavoro sta notevolmente cambiando: il lavoro и sempre piщ orientato alla massima efficienza ed efficacia delle prestazioni. Le trasformazioni seguite alla recente pandemia, inoltre, hanno richiesto la messa in atto di strategie organizzative e individuali prima impensabili. L’imposizione di nuovi standard e l’abbattimento di alcuni vecchi confini concedono spazio a vuoto e incertezza. Una risposta a questi contesti cosм complessi consiste spesso nella manifestazione di comportamenti devianti e/o aggressivi.
Una rilevante quota di lavoratori subisce sul luogo di lavoro aggressioni, minacce e molestie. Questi atti di violenza, estesi ormai a tutte le tipologie di lavori e raramente segnalati, costituiscono importanti eventi sentinella che richiedono da parte delle organizzazioni aziendali la messa in atto di una serie di interventi finalizzati alla prevenzione e protezione dei lavoratori. L’obiettivo del corso и quello di fornire indicazioni e strumenti per aiutare a prevenire e affrontare tale rischio. 

Programma formativo

  • L’aggressivitа sul lavoro: episodi eclatanti ed episodi latenti

  • Il ciclo dell’aggressivitа

  • L’impatto sull’organizzazione, sul gruppo e sul singolo 

  • I rischi psicosociali e il rischio aggressione 

  • Il ruolo degli attori organizzativi 

  • La comunicazione, la negoziazione e la mediazione

  • Tecniche verbali di de-escalation 

  • La gestione della situazione critica 

  • Buone prassi per la prevenzione e il contenimento 

bottom of page